Fanes

 La Val di Fanes, è una lunga e rasserenante valle, non troppo frequentata nella sua parte più alta, famosa per il suo “Regno” magico e mitologico degli elfi che popolavano le Dolomiti d’Ampezzo, percorsa dal Rio Fanes, che nella parte finale ha creato canyons e provoca cascate spettacolari – La valle è dominata dall’omonimo gruppo montuoso, da un lato, e dall’altro lato dal monte Castello che è a sua volta diviso dal gruppo delle Tofane dalla val Travenanzes, che sfocia anch’essa nella Val di Fanes – Sono possibili bellissime passeggiate ma anche vie ferrate spettacolari e non difficili.

The Val di Fanes, is a long and soothing valley, not too busy in its upper part, famous for his “Kingdom” magical and mythological elves who populated the Dolomiti d’Ampezzo, traveled by the Rio Fanes, that in the final part has created canyons and spectacular waterfalls causes – The valley is dominated by the homonymous mountain range, on the one hand, and on the other side of mount Castello which is in turn divided by the group Tofane from Travenanzes valley, which flows also in Val di Fanes – beautiful walks are possible and spectacular and not difficult climbing routes.

 §  §  §

Area: Fanes (1/2 giornata – bambinabile)

Percorso:

– Inizio della Val di Fanes (dal Centro visitatori), fino a Pian de Loa (sent. 401)

Valutazioni: Tranquilla passeggiatina nel bosco e sul fiume, anche per giocare con bimbi (45 min.) [effettuata 5.8.06]

Start of Val di Fanes (from the Visitor Center), up to Pian de Loa (sent. 401) – Ratings: quiet stroll in the woods and the river, even to play with kids ( 45 min . ) [performed 05/08/06] .

§   §   §

Area: Fanes (intera giornata; occorre l’attrezzatura da ferrata)

Percorso:

Inizio della Val di Fanes (dal Centro visitatori), a Pian del Loa (sent. 10/401);

1) da Pian de Loa si percorre la carrareccia salendo alla sinistra del Rio Fanes per sent. 10/401 e si giunge a Ponte Alto (45 min.); da qui varie possibilità:

ferrata Barbera alle “cascate di Fanes”; superato un sentierino con corda perché un po’ esposto, si passa sotto alla cascata

(il tutto dura 5 min. e la gita può anche terminare qui; è emozionante passare sotto la grande cascata; una volta passati si può ritornare indietro per la stessa strada);

proseguendo invece si scende fino al greto del torrente con alcune scalette ed un sentiero;

qui due opzioni:

i) o si prosegue il sentiero in discesa fino alla base della cascata e si attraversa il rio; a questo punto si risale la parete poco più a valle, utilizzando la ferrata Delai, per giungere nuovamente a Ponte Alto (1,15 h) 

(Per l’intera gita vanno considerate complessive 2/2,5 ore; effettuata tra le altre, 18.8.03);

ii) o si sale sul versante opposto (salita molto scoscesa in un canalino, con gradoni) giungendo al “Belvedere” – si segue a questo punto il sentiero per Pian de Loa (1 h) – (Per l’intera gita vanno considerate complessive 2 ore; il percorso può essere fatto anche al contrario; si necessita di panini

b) Proseguendo da Ponte Alto per il  sent. 10/401, e seguendo la carrareccia tenendo la destra (il sent. diviene il n. 10) si giunge (dopo 1 h; 250 m. di dislivello in salita) ad un bivio per la “cascata superiore dello Sbarco di Fanes” che si supera con la ferrata della Cengia Mattia che si sviluppa (per circa 30 m.) attraversando in sentiero una ulteriore cascata e, con pochi chiodi, superando una piccola parete un po’ esposta

– il sentiero prosegue in salita per 10 min. accanto al torrente che viene nuovamente attraversato per tornare sul sent. 10 – segue la discesa verso Ponte Alto e quindi fino a Pian de Loa (sent. 417; 1,5 h) – (Per l’intera gita vanno considerate complessive 4 ore; effettuata 23.9.06);  

2) da Pian de Loa si prende il sentiero dei Canyons e delle Cascate, che sale verso il “Belvedere” (30 min.), dal lato opposto del torrente, dunque, rispetto al sentiero 10/401 che porta a Ponte Alto – giunti al “Belvedere” si segue ancora il sentiero che scende per un canalino ripido (ci sono dei gradoni) fino al greto del Rio Fanes, sotto la prima cascata – il percorso prosegue con un piccolo tratto della ferrata Barbera (45 min.);

quindi il sentiero prosegue nel canyon, salendo sempre sullo stesso lato del torrente, superando anche grazie a gradoni, tratti ripidi ma molto spettacolari per la presenza di molte cascate – il sentiero poi diviene meno ripido, attraversa il torrente e, salendo nel bosco giunge al bivio (dopo circa 1,5 h) per la “cascata superiore allo sbarco di Fanes”. Da qui la gita diviene come quella sopra descritta alla lett. c)

(Per l’intera gita vanno considerate complessive 5 ore; effettuata 28.8.11).

Valutazioni: Bella passeggiate nel bosco, sulle cascate e nei canyons relativi – Le ferrate sono buone per iniziare: molto suggestive sotto e sopra le cascate, con attraversamento del Rio Fanes in più punti e possibile “doccia”– Adatte a tutti, pur tenendo presente che un paio di passaggi, specie nella Delai e nella Cengia Mattia, necessitano di un minimo di tecnica e non bisogna soffrire di vertigini –  Necessaria attrezzatura –  Soddisfazione e una buona dose di fatica per il giro completo.

§   §   §

Area: Fanes – Passo Posporcora (intera giornata – per tutti – gita di circa quattro ore)

Percorso:

– Inizio della Val di Fanes (dal Centro visitatori), a Pian del Loa (sent. 10/401);

– da Pian de Loa si percorrere la carrareccia salendo alla sinistra del Rio Fanes per sent. 10/401 e si giunge a Ponte Alto (45 min.);

da qui, volendo, la gita prosegue con quella indicata con la lett. a) della gita precedente;

da Ponte Alto si prosegue per il sent. 10/401; poco dopo (5 min.) si giunge ad un bivio; si prende il sent. 401 a sin.;

– quindi (15 min.), al successivo bivio, si prende a sin. il sent. 408 per il Passo Posporcora con salita nei boschi (300 m. di dislivello da Ponte Alto)

– superato il Passo, alla cui sinistra c’è il Col Rosà,  si segue ancora il sentiero 408 fino al Boite e, prendendo il sent. 417 si giunge in piano al Camping Olimpia.

Valutazioni: Bella passeggiata nel bosco, poco frequentata nella seconda parte – Va notato che la partenza è diversa dall’arrivo (pur se di pochi chilometri) [effettuata 14.8.84]

Area: Fanes (full day; via ferrata)
path: Start of Val di Fanes (from the Visitor Center), at Pian del Loa (sent. 10/401 ); 1) from Pian de Loa take the cart track going up to the left of the Rio Fanes to sent. (=path)10/401 and you get to Ponte Alto (=ponte outo; high bridge) (45 min.); hence various possibilities: a) ferrata Barbera to ” cascades of Fanes”; passed a path with rope because a little “exposed” , you pass under the waterfall ( the whole process takes 5 min., and the trip can also end here; it’s exciting to go under the great waterfall, once passed you can go back by the same route); b) continuing instead go down to the river bed with some ladders and a path; here two other options to continue: i) or continue the path down to the base of the waterfall and cross the river; at this point you climb the wall a little further downstream , using the Ferrata Delai, leading again to the Ponte Alto (1.15 h) (For the entire tour to be considered overall 2 / 2.5 hours ; performed among others , 18.08.03); ii ) or climb on the opposite side (very steep climb in a groove, with large steps) reaching the ” Belvedere ” – at this point you follow the trail to Pian de Loa ( 1 h ) – (for entire tour to be considered a total two hours; the route can also be done on the contrary; you need sandwiches) – b) Continuing from Ponte Alto walking in the path n. 10/401, and following the cart holding the right (the felt becomes the n. 10 ) is reached (after 1 h; 250 m. of altitude difference) at a crossroads for the “upper waterfall of the Landing of Fanes” that is overcome by the strike of the Cengia Mattia that develops (for about 30 m) in the path through a further cascade and , with a few nails, overcoming a small wall with exposition – the trail continues uphill for 10 min. beside the stream which is crossed again to return to the felt 10 – follows the descent to the Ponte Alto and then up to Pian de Loa (sent. 417 ; 1.5 h ) – ( For the entire tour to be considered a total 4 hours ; performed 09/23/06]  – 2) from Pian de Loa take the path of the Canyons and Waterfalls, leading up to the ” Belvedere ” (30 min), on the opposite side of the stream, then, with respect to the path that leads to 10/401 Ponte Alto – joints the ” Belvedere ” you follow the path down a steep gully ( there are steps ) to the bed of the Rio Fanes, under the first waterfall – the tour continues with a small stretch of railway Barbera (45 min); then the trail continues into the canyon, climbing always on the same side of the river, surpassing even through steps, steep but very spectacular for the presence of many waterfalls – the path then becomes less steep, cross the stream and going into the woods reach the junction (after 1.5 h ) for ” waterfall upper landing of Fanes “. Hence the trip becomes as that described above to the letter  c) (for the entire tour to be considered a total five hours; performed 08/28/11). Ratings: Beautiful walks in the woods, waterfalls and canyons related – The railways are good to start: very suggestive below and above the falls, with crossing the Rio Fanes in several places and can ” shower ” – Suitable for all, while taking into account that a couple of steps, especially in Ferrata Delai e Cengia Mattia, require a minimum of technical and should not suffer from vertigo – Necessary equipment – Approval and a good deal of effort for the full tour.
Area: Fanes – Passo Posporcora (full day – for all – day trip of about four hours) path: – Start of Val di Fanes ( from the Visitor Center ) , at Pian del Loa (sent. 10/401 ) ; – From Pian de Loa will take the dirt track going up to the left of the Rio Fanes to sent. 10/401 and you get to Ponte Alto (45 min); – Hence , if desired, the trip continues with that indicated by the letter  a) the previous outing; – From Ponte Alto, continue to the felt n. 10/401; shortly after ( 5 min . ) you arrive to a junction; you take the felt n. 401 to the left; – Then (15 min), at the next junction, turn right the felt n. 408 for Passo Posporcora with climb in the woods (300 m in altitude from Ponte Alto) – Exceeded the spending to which the left is the Col Rosà , you follow the path up to 408 Boite and taking the felt n. 417 is reached in plan at Camping Olympia. Ratings: Nice walk in the woods, little-used in the second part – It should be noted that the departure is different from the arrival ( although a few kilometers ) [ performed 08/14/84]

§   §   §

Area: Fanes – Val di Fanes – Via della Pace – Val Travenanzes (intera giornata – gita di circa nove ore; occorre l’attrezzatura da ferrata)

Percorso:

– Inizio della Val di Fanes (dal Centro visitatori), a Pian del Loa (sent. 10/401);

– da Pian de Loa si percorrere la carrareccia salendo alla sinistra del Rio Fanes per sent. 10/401 e si giunge a Ponte Alto (45 min.);

da Ponte Alto si prosegue per il sent. 10/401; poco dopo (5 min.), superato il bivio si tiene la destra e si prosegue per la carrareccia con il sent. 10 della Val di Fanes

– si sale nella magica valle superando il lago di Fanes fino al bivio per la Malga Grande di Fanes (da Ponte Alto si è nel frattempo saliti di circa 700 m. di dislivello);

 – dalla Malga si sale (sent. 10 e poi 17) verso la Via della Pace che sale nell’anfiteatro della Furcia Rossa;

prosegue in cresta –come sentiero attrezzato

– tra baraccamenti fino al Monte Castello ed al Bivacco della Pace (saliti di altri 600 m. di dislivello);

si attraversa poi la vicina forcella Ciase e per il ripido ghiaione (il sent. è sempre il 17) si scende (700 m. di dislivello) in Val Travenanzes sul sent. 401 poco più a monte della Malga Travenanzes;

– il sent. 401 va quindi seguito per tutta la val Travenanzes – verso Ponte Alto fino a  Pian de Loa.

Valutazioni una gita tanto magnifica quanto lunga e impegnativa fisicamente – ha in realtà tutto: il panorama e l’ambiente poiché la Val di Fanes e la Val Travenanzes sono tra le più belle valli dell’area; il dislivello; il ghiaione; la parte attrezzata della via della pace (per questo serve preparazione fisica, attrezzatura, la conoscenza di saper affrontare con una certa disinvoltura un ghiaione) [effettuata il 19.8.85].

(full day – trip of about nine hours – set da ferrata) path: – Start of Val di Fanes (from the Visitor Center), at Pian del Loa (sent. 10/401 ); from Pian de Loa will take the dirt track going up to the left of the Rio Fanes to sent. 10/401 and you get to Ponte Alto (45 min); – continue to the felt n. 10/401; shortly after (5 min), after the fork , keep right and continue along the dirt track with path . 10 Val di Fanes – You go up in the magical valley past the Lake Fanes to the junction for Malga Fanes Grande (from Ponte Alto has meanwhile risen to about 700 m . in altitude) ; from Malga climb (sent. 10 and then 17 ) to the Way of Peace that rises in the amphitheater of the Red Furcia proceeds on the crest -like equipped path – From barracks to Monte Castello and the bivouac of Peace (rose by another 600 m. in altitude); – Then you cross the nearby fork Ciase and the steep scree (path n. is always 17 ) descend (700 m. Altitude) in the Val Travenanzes sent. 401 little further upstream of Malga Travenanzes the felt . 401 must be followed throughout the Travenanzes valley – towards Ponte Alto to Pian de Loa – Ratings: a trip so magnificent as long and demanding physically – actually has it all: the landscape and the environment as the Val di Fanes and Val Travenanzes are among the most beautiful valleys in the area; the difference in height ; scree ; the equipped the way of peace ( this requires physical preparation, equipment, knowledge of knowing how to deal with a certain ease a scree ) [performed on 19.08.85]